Giancarlo Perbellini inaugura la sua locanda sul mare

Giancarlo Perbellini inaugura la sua locanda sul mare

A meno di un mese dal lancio del temporary Giancarlo Perbellini Pop Up, lo chef scaligero sbarca in Sicilia con il nuovo bistrot Locanda Perbellini al Mare sulla spiaggia di Bovo Marina, in provincia di Agrigento.

Ex trattoria a gestione familiare, Locanda Perbellini al Mare ha creato una sinergia con la struttura ricettiva Luna Minoica Suites and Apartments, ed è immersa in un contesto paesaggistico di grande bellezza, cultura e storia. Dieci chilometri di candida sabbia, dune e falesie, con alle spalle la Riserva Naturale di Torre Salsa, presidio del WWF, e a soli 30 chilometri dalla magica Valle dei Templi. Pochi fronzoli, tanta semplicità, relax e bien vivre in un contesto di assoluta tranquillità. Cinquanta i coperti tra l’interno e l’ampio plateatico esterno nel rispetto delle norme di sicurezza, che una volta rientrata l’emergenza sanitaria torneranno ad essere ottanta, e un’offerta gastronomica diversificata a pranzo e a cena.

“Sarà una proposta di piatti semplici e genuini, interpretati in chiave contemporanea, nel gusto e nell’impiattamento. Proporremo, tra gli altri, il cous cous alla trapanese e i crudi di mare, potendo contare su una materia prima di altissima qualità – commenta Perbellini – La cucina siciliana è ricca di profumi e sapori che ogni volta mi fanno tornare bambino, prodotti che è difficile trovare altrove. Un patrimonio che in molte regioni italiane è andato perduto e che qui continua ad essere tramandato”. Ristrutturato e pensato per il paesaggio che lo ospita, il locale è realizzato interamente in legno e vetro nel rispetto della biodiversità e del territorio. Il progetto è stato seguito dall’architetto di fiducia di Perbellini, che ha curato il design degli altri otto locali che compongono la sua galassia. Anche Locanda Perbellini al Mare, così come lo stellato Casa Perbellini a Verona, ha una cucina a vista, disegnata personalmente dallo chef.

Giancarlo Perbellini seguirà sul posto la fase di avvio per poi cedere il timone a Nicolò Agostini, già alla guida del ristorante “La Pergola” in Bahrain, con cui lo chef ha interrotto la consulenza nel mese di marzo 2020. A dirigere il locale sarà Stefano Sganzerla, ex proprietario della trattoria veronese Mondo D’Oro, oggi sede della neonata trattoria Venti & Trenta di Perbellini, che per i tre mesi estivi si trasformerà in Pop Up, per poi riaprire ufficialmente a settembre.

A completare la brigata di cucina altri tre ragazzi di cui due siciliani e un veronese, quest’ultimo con alle spalle un’esperienza alla Locanda di Milano. L’apertura è programmata per sabato 20 giugno. www.locandaperbellinialmare.it

L’ASTA CHARITY DI GIANCARLO PERBELLINI RACCOGLIE 2700 EURO

Si è conclusa con uno scambio serratissimo di offerte l’asta charity promossa da ProgettoMondo Mlal sul portale Charity Stars, che ha messo in palio una cena gourmet, servita tra le pareti di casa, firmata dallo chef due stelle Michelin Giancarlo Perbellini. 2.700 gli euro raccolti, a partire da una base d’asta di 1 euro.
22Cinquantacinque puntate in quindici giorni. Un risultato significativo per un’iniziativa di grande valore: tutti i proventi della donazione saranno devoluti al programma di cooperazione allo sviluppo “Mamma”, avviato in Burkina Faso nel 2009 dalla Ong per garantire il diritto al cibo e a un’alimentazione adeguata a donne e bambini.

E’ ARRIVATA LA NUOVA CARTA A “CASA PERBELLINI”

Avanza la primavera e a “Casa Perbellini” cambia la carta, in linea, come sempre, con la nuova stagione. “Nei piatti di partenza – dice lo chef – abbiamo puntato sulla freschezza”. Ecco dunque, dopo il wafer, l’ombrina con maionese alla menta, castraure e bottarga seguita da una macedonia di pesci e da una canocchia in versione moderna “che ricorda il saor”.

Tra i primi restano le mioline, che hanno riscosso un grande consenso, mentre nel finale torna di scena la carne con la delicatissima sella d’agnello dei Pirenei (“simile a quella dell’Alpago dove però ora non c’è produzione”) accompagnata da spuma di pecorino e pesto di fave e dal cocciniglio iberico servito insieme a radicchio agro tardivo e un purè di tartufo. Nel “Chi sceglie … prova!” gli ingredienti scelti dallo chef sono asparagi, piselli, bruscandoli e il rognone, unica conferma rispetto alla carta precedente.


Cerca nel sito
Download PressKit
Archivio annuale
Gallery e Creazioni
Gli articoli più letti di Giancarlo Perbellini.